Pensierini su EUR/USD – 08/05

!!! Continuando con la lettura dichiari di aver preso visione del disclaimer !!!

Buona domenica a tutti cari traders,

In questo articolo faremo un’attenta analisi della coppia, la stessa che giovedì ci ha fatto guadagnare 90 pips.

Screenshot (72)

Dopo questo bellissimo guadagno, venerdì mattina, su Telegram, avevo avvisato di non aspettarsi chissà quale movimento, i prezzi erano stanchi, tipo noi quando ci buttiamo sul divano dopo un’intensa giornata di lavoro. Abbiamo tutti bisogno di riposare! 

Ad ogni modo, potete leggere voi stessi l’analisi fatta a questo link –> Analisi EUR/USD di venerdì 6 Maggio <– Clicca qui per leggerla

Cos’è successo poi in realtà e cosa potrebbe succedere lunedì?

Vediamolo insieme.

Timeframe mensile.

Screenshot (79)

Scusate l’ammasso di linee, ma così vi fate un’idea di quanti supporti e resistenza abbiamo in quest’area.

Iniziamo con la nostra tabella.

Trend: Ribassista (i prezzi sono sotto la kumo).

Lagging (la linea bianca): è abbastanza libera. Abbiamo ancora qualche settimana di tempo prima che incontri ostacoli.

Kijun (linea fucsia): nel grafico precedente non si vede, le ho già messo sopra la linea per indicare la resistenza, ma guardate l’immagine qui sotto.

Screenshot (80)Il suo prolungamento arriva esattamente in un supporto passato. Ho evidenziato le due zone con un ovale (la kijun) e un cerchio (il supporto).

I prezzi al momento si trovano sotto di essa, quindi il trend rimane ancora ribassista.

Tenkan (linea azzurra): i prezzi l’hanno tagliata a rialzo, e sembra vogliano dirigersi verso la Kijun. Nulla, però, è detto. E ricordiamoci che la Tenkan è una media molto semplice da tagliare. Un pezzo di pane, insomma  😛

Shakeriamo tutte queste informazioni, e ne viene fuori che sul mensile il trend è ribassista, in modo ancora abbastanza convinto.

 

Timeframe settimanale.

Screenshot (81)

Anche qui ci sono molti supporti e resistenze. Ricordo che siamo su un settimanale, i movimenti che seguiamo noi giornalmente sono proprio una minima parte di ciò che vediamo qua.

Trend: vediamo subito che siamo in assenza di trend. I prezzi sono all’interno della nuvola.

NB: dico sempre di non tradare quando i prezzi sono all’interno della nuvola. Ciò, per quanto mi riguarda, lo rispetto solo dal daily in giù. Il settimanale rimane un’unità troppo grossa, e potremmo dire addio alla valuta per mesi. 

Questa settimana i prezzi hanno provato a liberarsi della nuvola, senza, però, alcun risultato. Forse non lo vogliono realmente. Forse siamo destinati ad assistere al continuo di una discesa. Chi lo sa. Nessuno. Staremo a vedere cosa succederà.

Lagging: Anche lei è nella nuvola. Il movimento è doppiamente indefinito.

Kijun (fucsia): Si trova al di sotto dei prezzi. Ciò confermerebbe un rialzo.

Tenkan (azzurra): Si trova al di sotto dei prezzi. Ulteriore conferma di un rialzo.

Riassunto: Non abbiamo un trend definito. I prezzi avrebbero potuto confermare il rialzo, ma non l’hanno fatto. Forse non è ancora tempo di salita.

 

Timeframe giornaliero.

Screenshot (82)

Trend: Rialzista (i prezzi si trovano sopra la Kumo).

Lagging: Ha incontrato i prezzi, e, un po’ spaventata, ha deciso di fermarsi. Questo era il nostro target di giovedì (preso alla grande).

Kijun (fucsia): i prezzi l’hanno tagliata a ribasso. Sappiamo che l’80% delle volte in cui succede, i prezzi arrivano fino alla kumo, per poi decidere se continuare a scendere o rimbalzare.

Tenkan (azzurra): i prezzi l’hanno tagliata a ribasso. Essa, però, continua a rimanere al di sopra delle Kijun, senza proporci alcun segnale ribassista.

NB. Ricordo che quando la Tenkan (azzurra) taglia a ribasso la Kijun (fucsia) abbiamo un segnale di vendita. Quando la Tenkan (azzurra) taglia a rialzo la Kijun (fucsia) abbiamo un segnale d’acquisto.

Riassunto: il trend è rialzista, ma sembra che i prezzi abbiano intenzione di proseguire a ribasso ALMENO fino alla nuvola. Abbiamo comunque il problema della lagging che ha incontrato i prezzi. Perché la discesa continui dovrà farsi coraggio e affrontare i prezzi.

 

Timeframe di 4H.

Screenshot (84).png

Trend: indefinito (i prezzi sono dentro la nuvola –> VIETATO OPERARE).

Lagging: ha superato a ribasso sia i prezzi, sia la tenkan. Sembra, però, stiano rifiutando la Kijun.

Kijun (fucsia): i prezzi l’hanno rotta a ribasso, dirigendosi fino alla kumo.

Tenkan (azzurra): i prezzi l’hanno rotta a ribasso. Inoltre, vediamo il fatidico incrocio fra questa e la kijun –> sembra l’inizio di un trend ribassista.

Screenshot (85)

Riassunto: siamo in assenza di trend, dovremo attendere che i prezzi prenderanno una decisione. O su, o giù.

 

Timeframe di 1H.

Screenshot (86)

Trend: ribassista (i prezzi sono sotto la Kumo).

Lagging: All’interno dei prezzi. Dovrà prendere una decisione, se li taglierà a rialzo avremo qualche possibilità che il trend diventi rialzista, altrimenti le probabilità che il trend ribassista continui saranno maggiori.

Screenshot (90).png

Kijun (fucsia): I prezzi si trovano al di sotto di essa, quindi per ora la discesa continua.

Tenkan (azzurra): Stessa cosa.

NB: Guardate il candelone con quelle enormi ombre. Operando con Ichimoku, avremmo filtrato la falsità del segnale rialzista, sia perché ci troviamo al di sotto della nuvola, sia perché la lagging in quel momento non ha chiuso al di sopra dei prezzi, sia perché la tenkan (azzurra), dopo un tentativo di tagliare a rialzo la kijun (fucsia), è stata respinta, ritrovandosi costretta a costeggiarla. 

In questo momento si trovano completamente sovrapposte. Se la Tenkan (azzurra) dovesse tagliare la kijun (fucsia) a rialzo, potrebbe aver luogo una salita. In caso contrario, continuerà la discesa.

Screenshot (88).png

Riassunto: Trend ribassista, ma perché continui abbiamo bisogno ancora di qualche conferma.

 

Timeframe di 15 minuti.

Screenshot (91).png

Che brutto grafico :O

Trend: ribassista (i prezzi sono sotto la nuvola).

Lagging: libera da tutto –> conferma della discesa.

Kijun (fucisa): i prezzi si trovano sotto di essa –> conferma discesa.

Tenkan (azzurra): i prezzi l’hanno tagliata a rialzo. Nulla di grava, magari stanno solo aspettando la kijun.

Riassunto: trend ribassista a tutti gli effetti.

 

PARLIAMO DI ENTRATE

Sui 15 minuti non abbiamo – momentaneamente – alcuna possibilità di entrata a ribasso, in quanto il trend sia già definito.

Su 1H, si potrebbe pensare di vendere nel caso in cui la lagging (bianca) tagliasse i prezzi a ribasso.

ATTENZIONE –> RICORDO CHE I PREZZI SONO NELLA NUVOLA SUL GRAFICO DELLE 4H.

Per questo motivo eviterei qualsiasi tipo di entrata fino a che i prezzi non usciranno dalla nuvola delle 4H. Non mi sento di fare previsioni, come sempre. Analizzeremo il grafico domani mattina all’apertura del mercato sul gruppo Telegram <– clicca per iscriverti.

Se quest’analisi ti è piaciuta metti un like e condividi con i tuoi amici. Tre secondi per te, un’immensa gioia per me.

Per qualsiasi domanda, per un’analisi personalizzata, o per raccontarmi una semplicissima barzelletta, scrivimi su Facebook, Telegram o mail.

Ricordati di mettere like alla pagina, per rimanere sempre informato sulle novità e sui webinar 😀

Annunci

Oggi ho perso dei soldi

Avere delle giornate “no” dovrebbe essere normale nella vita dei traders, eppure devo ammettere che non mi capitava da un po’.

Come ogni giorno ho analizzato meticolosamente ogni minimo dettaglio prima di entrare in posizione, e i risultati si sono visti. La candela dopo, però, ha buttato giù tutto. La posizione inizia ad andarmi contro, e il mio stop loss, posizionato con cura in modo da lasciare “aria” ai prezzi è stato toccato in brevissimo tempo.

Solitamente le perdite mi rendono una persona migliore, perché mi insegnano sempre qualcosa, eppure questa volta non è stato così. Dopo aver toccato lo stop, i prezzi rimbalzano su ancora-non-ho-capito-cosa e seguono le previsioni che avevo fatto.

E poi uno non si deve inca****e!

Ma non mi sono fermata lì. Ho analizzato il grafico in tutti i suoi più minimi particolari, eppure nulla.

Morale della favola, ho avuto una perdita, che non mi ha insegnato nulla, e che, anzi, mi ha lasciata con l’amaro in bocca, perché le mie previsioni erano corrette.

So che i mercati hanno sempre ragione, solo, questa volta non capisco perché.

E qui lancio una sfida, e propongo un bellissimo premio (ancora da decidere) a chi riuscirà a darmi una risposta. Lasciate un commento qua sotto e vi manderò il fatidico grafico. Vediamo se riuscirete a togliermi tutti i dubbi.

Nel frattempo ricordo di dare un’occhiata al mio primissimo e nuovissimo video 🙂

Buona serata a tutti 🙂

E buona mattinata mamma, so che starai leggendo questo articolo mentre starai facendo colazione 🙂

Psicologia di Trading

Oggi vorrei affrontare un argomento spesso ignorato dalla maggior parte dei trader perché ritenuto poco importante: la psicologia di trading.

Per quanto possa sembrare stupido, gli studi dimostrano che quest’attività, che sembra tener conto di soli numeri e calcoli, è in realtà composta per un piccolo 10% dalla tecnica, e il restante 90% dalla psicologia.

Secondo la mia esperienza, invece, il trading è:

Cattura di schermata (109)

Tranquilli, ho delle ottime spiegazioni.

20% Tecnica -> Si sa, essa serve. E’ vero, i prezzi alla fine possono fare due cose, scendere o salire; lanciando una monetina avremmo il 50% di possibilità di fare delle previsioni corrette, ma certe volte ci si va ad infilare in situazioni che solo con la conoscenza della tecnica si possono risolvere. Onde per cui, cari traders, studiate! Purtroppo non c’è alcuna scappatoia, vero Martina? (coff coff)

10% Connessione Internet -> Qui potrei scrivere un tema saggio. Per quanto possa sembrare ovvio, in realtà non è così. Non basta una connessione che funzioni ogni tanto, quando ne ha voglia, se non è troppo affaticata. Deve funzionare sempre, o mettete in serio pericolo il vostro  capitale. (Spero che mio fratello e mio padre stiano leggendo questo articolo).

A tal proposito vi racconto un aneddoto.
Pochi mesi fa abbiamo cambiato connessione, per il lavoro che fa mio fratello serviva qualcosa di molto più serio di una normale connessione internet (no, non è un hacker di Anonymous, ma un accanitissimo e potentissimo giocatore di Call of Duty). Questa funziona perfettamente per i primi.. no, abbiamo problemi fin da subito, ma poi sembra voler collaborare, e inizia a fare il suo lavoro in modo apprezzabile. Dopo qualche mesetto, sotto le feste, pensando di essere un albero di Natale, decide, insieme al suo amico modem, di alternare le sue due lucine, verde e rossa. In questo modo la connessione andava e veniva. Fortunatamente non è mai successo nulla di grave, giusto qualche stop mancato e qualche spread modificato, fino al fatidico giorno in cui, dopo aver aperto una posizione, non faccio in tempo a impostare lo stop, che mi vedo tutti i miei soldi andarsene, e volare liberi verso il grande mercato valutario.

Morale: assicuratevi che la vostra connessione funzioni!

10% Culo -> Bisogna farsene una ragione, ci sono giornate no e giornate in cui i guadagni triplicano; non ci si può fare niente. Bisogna accettare il proprio destino senza farsi troppe domande. Cit. Leopardi trader.

60% Psicologia -> Ed ecco lo scoglio più grande.

La normale routine psicologica di un trader funziona più o meno così:

  1. Paura.

E’ legata al rischio della perdita finanziaria. Si ha paura di fare un investimento perché si ha paura di perdere dei soldi. Il trader inizia ad avere paura prima di investire, e continua ad averla anche mentre l’investimento è in atto, quando magari la posizione è ancora in negativo a causa dello spread. Ciò porta ad una chiusura prematura del trade, a stare attaccati al monitor per tutto il suo sviluppo, o stringere gli stop in modo esagerato.

2. Speranza.

Quando il trade non si sviluppa come avevamo previsto, entra in gioco la speranza. Gli stop vengono allargati perché “è troppo stretto, può essere che i prezzi lo tocchino ma poi tornino in positivo, meglio allargarlo”. Proprio così avvengono le perdite più grandi e devastanti.

3. Euforia.

Quando una serie di trade vanno come sperato, inizia questo sentimento di euforia che però tanto positivo non è. Esso porta ad investire ancora e ancora, senza pensare troppo all’analisi tecnica. “Andrà bene anche questa, è una buona giornata”. Ed ecco sparire l’intero guadagno e oltre. Cit. Buzz Litghyear

4. Panico, rabbia, collera, delusione.

Sono tutti legati alle perdite. Consiglio vivamente di smettere di operare in queste condizioni, si rischia di prendere decisioni affrettate e condizionate dal nostro stato d’animo.

5. Dubbio.

E’ probabilmente il sentimento peggiore. Si inizia a dubitare delle proprie conoscenze, tecniche, e credenze varie. Si iniziano a cercare nuovi modi di operare, quando basterebbe migliorare il proprio. Come dicono i grandi trader, se ogni volta che subiamo una perdita ci mettessimo a cercare un nuovo metodo, non finiremmo mai, entreremmo in un circolo vizioso infinito.

Ricordo che è normale avere delle perdite, proprio come dei brutti voti a scuola, delle multe in macchina o delle semplici giornate no, la bravura sta nel non darci troppo peso e riuscire a superarle e recuperare nel migliore dei modi. Inoltre, mai avere fretta. La pazienza, insieme al trend, è la migliore amica del trader.

Dopo queste perle, lascio la “parola” agli psicologi. Io, purtroppo, sono una comune mortale, e come tale, mi faccio ancora sopraffare dalle emozioni. Nel frattempo, però, ho la soluzione alla maggior parte dei problemi –> clicca qui!

 

 

Analisi CADJPY #5

Inizio questo nuovo articolo ringraziando i tanti feedback ricevuti, soprattutto tramite Twitter, dove siete sempre molto attivi. Il 90% delle visualizzazioni di oggi arriva proprio da lì.

Dopo un piccolo sondaggio su questo social, ho fatto un esperimento sulla coppia.

Come già detto venerdì (Clicca qui per leggere l’analisi), finalmente, le mie previsioni danno un feedback positivo, e, non appena scattato l’ordine alla rottura del Ross Hook giornaliero, la posizione va subito in gain.

Purtroppo però, domenica sera il mercato riapre con un gap ribassista, e tocca il mio Stop Loss posizionato in pareggio (in realtà qualche pip più in su).

A quel punto piazzo un ordine alla rottura del Ross Hook giornaliero, utilizzando la TTE.

Cattura di schermata (97)

Allo stesse tempo, però improvviso un entrata su un time frame di 15 minuti.

Cattura di schermata (98)

Ecco che una molto buona mi viene consigliata dalla Lagging Span che taglia la Kijun. Purtroppo per me, ho ritardato un po’, entrando solo dove vedete il segmentino rosso.

Qualche candela dopo scatta anche il mio ordine.

Dopo un lungo periodo di guadagno, inizio a vedere entrambe le mie posizioni in negativo, cosa che non sarebbe se successa se la mia entrata fosse avvenuta proprio alla rottura della Kijun da parte della Lagging Span.

Ad ogni modo, non ho intenzione di chiudere la posizione, ho semplicemente ristretto i miei stop; questo perché i prezzi non riescono a liberarsi della Kijun, che funge da resistenza.

Posso concludere dicendo che l’Ichimoku mi ha dato un segnale d’entrata anticipato e più preciso rispetto al Ross Hook.

A questo punto ho solo da aspettare, e studiarne lo sviluppo.

Capisco che questi articoli possano essere un po’ noiosi per chi legge il blog per puro svago, senza seguire i trade insieme a me. Proprio per questo vi linko un paio di articoli che io reputo molto carini, a breve inoltre verrà completato il mio ABC del trading, con aggiunta di esperienze personali 🙂

Leggi anche:

Esperimento opzioni binarie

I tre movimenti dei prezzi

Cos’è l’ichimoku?

 

Tutto ciò che c’è da sapere.

Sezione non ancora completata

Sezione 1

Analisi tecnica di base: 

  • Il Trend e il Doppio o Triplo Minimo
  • Doppio Minimo o Doppio Massimo
  • I Canali
  • Inversione del Trend: il Testa Spalle
  • Il Triangolo
  • Il Wedge come figura di continuazione
  • Introduzione alle Medie Mobili
  • I Livelli di Ritracciamento
  • Dalle Envelopes alle Bande di Bollinger
  • Il Grafico Heiken Ashi
  • Gap e Lap

 

Sezione 2

Analisi Algorimica

  • Il Commodity Channel Index
  • Il Super Trend
  • Le Divergenze con Larry Williams % R
  • MACD e Trading
  • Oscillatore Stocastico
  • RSI di Wilder
  • L’Ichimoku

 

Sezione 3

Il Pattern di Prezzo:

  • Il Key Buy
  • Boomer e Indicatore ADX
  • 1-2-3 Massimo e Minimo
  • Ledge
  • Ross Hook
  • Cluster
  • L’OOPS di Larry Williams
  • Cup and Handle
  • Il Pattern 80 – 20

Sezione 4

Pattern Candlestick:

  • Analisi CandleStick
  • Shooting Star: istruzioni per l’uso
  • Evening Star
  • Hammer
  • Hanging Man
  • Gli Engulfing
  • Gli Harami
  • Le Doji
  • Piercing Line e Dark Cloud Cover
  • Pattern Morning Star: istruzioni per l’uso

 

Sezione 5

Tecniche Avanzate:

  • Le Outside Bar
  • Il Trading Range: analisi tecnica
  • Inside/Outside – Candle Breakout
  • Discesa da 3 a 5 barre
  • Come usare la Andrews’ Pitchfork
  • La barra di esaurimento
  • Lo Stop Loss
  • Inversione di Trend con il Double Repo
  • I segnali operativi con le Gimmee Bar
  • I Pullbacks
  • Sling Shot
  • Forex Alligator
  • La Microtazza con Manico
  • La Media Mobile Spostata
  • Il Failure Swing con l’RSI
  • Il First Price di Tom Bierovic

Sezione 6

Spread Trading:

  • Introduzione allo Spread Trading
  • Spread Trading: un caso concreto
  • Tecnica di Divergence con le Medie Mobili
  • Convergence Spread Trading

Sezione 7

Operatività:

 

 

 

 

Il calcolo del guadagno // Forex

Questo venerdì il mercato ha chiuso lasciandomi tutte le posizioni in positivo. Come sempre le controllo tutte, per verificarne lo spread, le commissioni e tasse varie. Un grafico in particolare, però, ha richiamato la mia attenzione.

La coppia CADJPY (clicca qui per vederne l’analisi), con 0.01 lotti, e 19 pips a mio vantaggio, mi segnala 1.51€ di guadagno.

Dopo calcoli su calcoli continuo a non capire come sia possibile, non sono molto pratica nel settore. Decido quindi di cercare su internet, e dopo aver girato ben 7 siti, ognuno con una spiegazione poco esaustiva, confusa e piena di pubblicità, sveglio la mia voglia di fare calcoli matematici, che alle 11 di questa mattina stava ancora dormendo, e mi metto a calcolarlo io stessa.

In soli 5 minuti giungo ad una conclusione che vi espongo qui di seguito:

(1/tasso valuta secondaria al momento dell’entrata) * n. pips di guadagno o perdita * tasso di cambio della valuta principale rispetto alla valuta in cui volete sapere il guadagno

Sembra un po’ complicato, ma vi faccio subito un esempio.

Riprendiamo il mio grafico:

  • Coppia: CADJPY
  • Lotti: 0.01
  • Guadagno: 19 pips
  • Entrata: 85.25

Voglio sapere il mio guadagno in euro, sapendo che il cambio EUR/CAD è di 0.68.

Procediamo.

(1/85.25) * 19 * 0.68 * 10= 1.52€

Semplice no?

Vi lascio subito un compito per casa:

  • Coppia AUDNZD
  • Lotti: 0.2
  • Guadagno: -256 pips
  • Entrata 0.78

Voglio conoscere la mia perdita in euro, sapendo che il cambio EUR/AUD vale 0.67.

Lasciatemi un commentino qua sotto, e vediamo se avete capito.

Sinceramente non auguro a nessuno una perdita del genere :O

 

 

 

Analisi CADJPY #4

Questo articolo sarà molto breve, voglio riassumere in modo molto sintetico ciò che ho già scritto sulla pagina Facebook, per permettere anche a chi di voi non lo abbia di rimanere aggiornato.

In caso non lo abbiate fatto, vi consiglio di leggere l’analisi precedente.

Come avevo già detto, alla rottura del Ross Hook i prezzi avrebbero iniziato una forte salita.

Cattura di schermata (91)

19 pips? Ma dove la vedi la “forte salita”?

Ebbene, la candela è stata ribassista tutta la giornata, per diventare rialzista solo alle 17, orario in cui, come tutti sappiamo, la liquidità comincia a diminuire.

Prossimo target?

Non so rispondere a questa domanda. Preferisco non avere aspettative. Sicuramente spero nell’uscita dalla Kumo, in modo che la salita continui, ma se così non fosse non ci sarebbe alcun problema, tanto la mia posizione è al sicuro.

Sono felicissima di poter dire che la mia analisi ha avuto un esito positivo!

Con ciò auguro un buon weekend a tutti 🙂

Se vi va, fate un saltino sulla mia pagina Facebook <– cliccate sul link

Questo blog è privo di banner pubblicitari per me redditizi, e sempre lo sarà. Gli unici che potete trovare sono, ahimè, dovuti alla versione gratuita di WordPress, che a breve aggiornerò con la premium. A quel punto non vi sarà più alcuna pubblicità, non ho intenzione di vendere il blog, rendendolo disordinato e pieno di pop up che portano la gente a cliccarci sopra involontariamente. Ho detto di no alla pubblicità, e così sarà, amen!

 

Analisi CADJPY #3

Domani è venerdì, e da tre giorni siamo fermi. Che rabbia!

 
Penso che  il grafico non abbia bisogno di molte spiegazioni. Oggi abbiamo la possibilità di aumentare la posizione con la Trader’s Trick Entry, anche se, di fatto, non vi è uno sviluppo rialzista, bensì la formazione di un terzo Ross Hook

Trend o lateralità? Questo è il problema” avrebbe detto un Amleto imprenditore. 

Ma noi abbiamo la risposta, proprio sul grafico, in rosso. Quelle due linee, infatti, sono due resistenze intraday, le quali, se rotte alle 00.00 di oggi, porteranno i prezzi ad una probabile salita. Inoltre, la rottura di questi tre uncini darà loro una fortissima spinta, per cui consiglio vivamente di non uscire dal trade, se potete permettervi di coprire le commissioni, in modo che, se ciò non dovesse verificarsi, riuscireste a chiudere la posizione almeno in pareggio.

Per quanto riguarda me, se domani i prezzi scenderanno, chiuderò la mia con un piccolo guadagno. Farò lo stesso se verrà confermata una lateralità. Voglio evitare di ripetere l’errore della settimana scorsa. 

Fatemi sapere cosa ne pensate, e come vi comportereste. 

Buon venerdì a tutti 🙂 

Ricordatevi di seguire la mia pagina Facebook per rimanere sempre aggiornati 😉

Analisi CADJPY #2

Se siete qui per caso, vi consiglio di leggere il primo giorno di analisi (CADJPY #1), in questo modo potrete seguire al meglio questo secondo articolo. In alternativa – o anche non in alternativa – potete seguirmi sulla mia pagina Facebook <– basta cliccare sul link!

Per la terza volta mi ritrovo a dovermi scusare per l’assenza di ieri. Un po’ per un progetto che sto portando avanti, un po’ per la rabbia causata dal fallimento del mio trade, non ho descritto il secondo giorno di analisi.

Trade fallito? Martina, come ti aspetti che ci fidiamo di te se continui a fallire i tuoi trade?

Ammettetelo, ve lo state chiedendo!

Adesso vi spiegherò perché IO ho fallito il mio trade, lo stesso che viene portato avanti con ottimi risultati da chi, insieme a me, lo stava seguendo.

Ecco come si presentava il grafico domenica sera, al momento dell’entrata.

Cattura di schermata (80)

Quest’ultima, però, è avvenuta un po’ in ritardo; esattamente di un giorno.

Perché? Perché la rottura della Kijun e del Ross Hook sono entrambe avvenute giovedì sera (cerchietto rosso a destra). Inoltre, è risaputo che un trend duri dalle 3 alle 5 candele rialziste/ribassiste consecutive, dopo di che dovremo aspettarci un ritracciamento.

Facciamo un esempio.

Cattura di schermata (82)

 

 

 

Come potete vedere, abbiamo un trend rialzista. Le due barre all’interno del rettangolo rosso vengono chiamate ‘ritracciamento’. Ciò avviene per un semplice motivo psicologico. Vi faccio un secondo esempio che a me piace molto.

 

Cattura di schermata (83).png

 

 

 

Ecco qui una situazione di equilibrio.

Il numero di compratori è lo stesso di quello dei venditori. Per questo motivo non abbiamo alcun movimento.

 

 

 

Cattura di schermata (84)

 

 

 

Il numero dei compratori aumenta, e, in quanto superiore a quello dei venditori, i prezzi iniziano a salire.

 

 

 

Cattura di schermata (85)

 

 

 

I venditori cominciano a liquidare le loro posizioni. Allo stesso tempo i venditori aumentano. In questo modo i prezzi continuano a salire.

 

 

Cattura di schermata (86)

 

 

 

I primi compratori, soddisfatti del loro guadagno, liquidano le loro posizioni. A questo punto i prezzi, non avendo più abbastanza sostegno, iniziano a scendere.

 

 

 

Cattura di schermata (88)

Ridotta la propria perdita, esce pure il venditore, consapevole della maggioranza di compratori.

Quella freccetta blu nel cerchietto rosso è un po’ sfigatella. Per quanto le sue previsioni fossero corrette, entra nel trend quando i prezzi sono in un punto troppo alto; dopo poche ore di guadagno, infatti, inizierà ad andare in perdita.

In questo caso quella freccetta sono io.

Ma torniamo alla nostra coppia.

Cattura di schermata (81)

 

Il candelone blu rappresenta la giornata di oggi, le due rosse precedenti sono domenica dalle 23 alle 24 (quella di sinistra), e lunedì (quella a destra).

Dove sono entrata io? Proprio nel punto più alto (rettangolo rosa); all’apertura di domenica sera. Il mercato mi è andato contro, fino a toccare lo stop, probabilmente lo stesso punto in cui il venditore ha liquidato la sua posizione.

Immaginate il nervoso che mi è venuto dopo aver visto come è andata oggi.

Caro venditore, concediti una bella cena con i miei soldi!

Dopo un bel rimbalzo della LS (linea azzurra) i prezzi riprendono a salire, senza di me, però 😦

Spero almeno che questo articolo sia stato utile. Mi raccomando cari traders, aspettate un buon momento per entrare, a meno che non vogliate offrire cene, o, in alcuni casi, Ferrari 😉

 

 

Analisi CADJPY #1

Osservando la coppia ho trovato forti segnali rialzisti. Il grafico è molto ordinato e pulito, inoltre ci troviamo proprio all’inizio del trend rialzista, perciò lo sviluppo potrebbe portarci un bel po’ di pips.

 

Cattura di schermata (80)

Il primo segnale ci arriva alla rottura della barra contrassegnata con il numero 3, facente parte della formazione 1,2,3. Data la brutta esperienza dell’altro giorno, ho deciso di non entrare, ma di aspettare un secondo segnale, possibilmente dall’Ichimoku.

Il secondo segnale arriva alla rottura della Kijun. Ma non è ancora abbastanza, la Lagging è ancora al di sotto di essa.

Il terzo segnale arriva alla rottura del Ross Hook, e dalla chiusura dei prezzi al di sopra della Kijun. La Lagging, però, sta ancora combattendo con i prezzi.

A questo punto aspetto l’apertura delle 23 di questa sera, e valuterò il da farsi a seconda del gap che si presenterà.

Aggiornerò l’analisi alle 23 in punto attraverso la mia pagina Facebook <– Clicca sul link e seguimi per rimanere sempre aggiornato.

Buona settimana cari traders, e tanti pips a tutti 🙂